venerdì 11 marzo 2011

Terremoto/Tsunami in Giappone

Questo post è per tranqullizzare tutti quelli che mi hanno mandato sms a seguito del terremoto/tsunami avvenuto oggi qui in Giappone dove mi trovo io adesso...
Si direbbe che io ed il mio socio di avventure Mario abbiamo scatenato la furia degli elementi...
Oggi siamo a Kanazawa, dal lato opposto dell isola rispetto a dove è successo tutto il gran casino... non abbiamo neanche sentito la scossa... lassu qualcuno ci ama direi... anche perchè abbiamo lasciato Tokyo proprio ieri.
Pare sia stato uno dei peggiori terremoti della storia del Giappone e l allarme tsunami interessa tutto l oceano Pacifico, praticamente. Le immagini alla televisione qui sono agghiaccianti, soprattutto quelle che riguardano lo tsunami nella zona dell Hokkaido (a nord), ma qui a Kanazawa tutti sono tranquilli.
è anche vero che i giapponesi sono preparatissimi per queste cose e sono ultra organizzati. E questa sensazione di tranquillita diciamo che aiuta anche noi.
Sono stato addirittura contattato dall unita di crisi della farnesina via sms per sapere come stavamo (questo perchè avevo segnalato sul sito dovesiamonelmondo il nostro viaggio - una cosa che consiglio a tutti di fare prima di andare da qualche parte).
Se ci sono aggiornamenti, ve lo faccio sapere.

Un abbraccio a tutti

Paolo e Mario.

p.s. scusate per assenza di apostrofi e segni di punteggiatura varia (nonchè emoticon) nel post, ma non è facile scrivere con una tastiera pensata per i kanjii giapponesi...

2 commenti:

  1. Non condivido assolutamente, se pur rispetto, la tua decisione di rimanere. Il reattore numero uno di Fukushima è già fuori controllo e le emissioni radiottive dalla centrale nella stessa area hanno già superato di mille volte il normale livello. Per quanto riguarda i reattori 2 e 4 sembra che l'unica idea che abbiano per raffreddarli sia di rilasciare vapore. Vapore che non è esattamente quello che ti dicono di inalare per i sulfimigi. Il solo fatto che dalla finestra vedi le aiuole ben tenute e nessun morto sulla spiaggia non significa che sei al sicuro. Vagli a dire a quelli che nel 1986 abitavano a 400 Km da Chernobyl come stanno ora. Ripeto, rispetto la tua decisione, ma non la condivido per niente. Abbi cura di te. Diego

    RispondiElimina
  2. Siete davvero convinti che in Italia non possa succedere?
    http://orahovistotutto.blogspot.com

    RispondiElimina